Jumbotron

Cosa vedere a Bruxelles e info pratiche

11 Giugno 2014

0

Per prenotare un viaggio in Belgio, soprattutto nella sua capitale, è fondamentale conoscere qualche informazione pratica di base e conoscere almeno i luoghi d’interesse più importanti. Partendo dal viaggio a Bruxelles e Bruges che ho raccontato qualche tempo fa, ecco qui un resoconto su cosa vedere a Bruxelles!

Visitare Bruxelles: informazioni pratiche di base

Partiamo da dove si trova: Bruxelles è la capitale del Belgio, il Paese del cioccolato e delle patatine fritte due volte. Ha due aeroporti: Bruxelles Charleroi, che dista sessanta chilometri dalla città, e Bruxelles Zaventem che è più vicino ed è l’aeroporto principale del Belgio.

Moneta: euro

Meteo di Bruxelles: l’inverno è freddo e abbastanza umido, con temperature medie prossime allo zero; in estate fa caldo ma non eccessivamente. Purtroppo piove spesso, e tutto l’anno.

Fuso orario: lo stesso dell’Italia

Lingua parlata: francese e olandese, ma in Belgio si parla anche il fiammingo.

Come muoversi a Bruxelles: la città ha sette linee di metropolitana, comodissime e numerate da uno a sette; la settima è di superficie. Il biglietto costa 2,10 euro e vale per una sola corsa di metropolitana, ma puoi cambiare linea usando lo stesso biglietto.

Cosa mangiare a Bruxelles

  • patates frites: in Belgio le patate fritte sono particolarmente buone perché vengono fritte due volte
  • carbonade à la flamande, in olandese Stoverij o Stoofvlees: stufato di manzo cucinato nella birra con alloro e timo, servito solitamente insieme alle patatine fritte
Cosa mangiare a Bruxelles: carbonade à la flamande
  • gaufre o waffle: il classico dessert dalla forma a grata, che si può condire in un sacco di modi diversi e gustare mentre si continua a visitare la città
  • waterzooi: un piatto tipico fiammingo che consiste in una zuppa di pesce e verdure
  • moules-frites: piatto composto da cozze bollite, spesso accompagnato dalle celebri patatine fritte
  • chocolat belge: il cioccolato più buono lo trovi nei negozi Neuhaus, Godiva, Mary e Leonidas (quest’ultimo è famoso per le praline). Se vuoi risparmiare un pochino, trovi le tavolette di cioccolato Godiva anche in diversi supermercati locali.
  • witbier: la birra bianca, morbida e speziata, è solo una delle tantissime birre che vengono prodotte in Belgio

Cosa vedere a Bruxelles

La Grand Place di Bruxelles (o Grote Markt) è una delle piazze più belle d’Europa e patrimonio dell’UNESCO dal 1998. In questa piazza storica ci sono stati roghi dell’Inquisizione (1523), esecuzioni pubbliche (1568) e bombardamenti da parte dei Francesi (1695). Vi si affacciano diversi edifici importanti, tra i quali:

  • il Palazzo del Municipio e la sua la Tour Inimitable
  • la Maison du Roi
  • Musée des Brasseurs (il Museo della Birra)

D’estate, intorno a Ferragosto, la Grand Place viene riempita di fiori per la tradizionale infiorata. Segnalo anche la presenza dell’Hard Rock Cafè di Bruxelles, per gli interessati.

Cosa vedere a Bruxelles: La Grand Place
[Photo by Tomas Tuma/Unsplash]

Un’altro luogo da vedere a Bruxelles è la Mini-Europe, ovvero un parco dove sono riprodotte ottanta città europee in miniatura. Si trova a pochi passi dal celebre Atomium, il gigantesco simbolo di Bruxelles situato nel parco Heysel e che rappresenta i nove atomi del cristallo di ferro.

Si può fare un biglietto unico per entrare all’Atomium e alla Mini-Europe, ed aggiungere anche la visita al vicino parco acquatico Oceade. Trovi tutte le informazioni direttamente alla biglietteria della Mini-Europe.

Un altro must da visitare a Bruxelles è la sede del Parlamento Europeo: ti lascio il sito da visitare per ulteriori informazioni e per acquistare il biglietto → www.europarl.europa.eu

Il Manneken Pis è l’altro simbolo di Bruxelles, e si tratta della statua di bronzo di un bambino che fa pipì. Rappresenta la famosa, famosissima ironia dei brussellesi. Il marmocchio in questione è alto cinquanta centimetri e si trova all’angolo di una strada.

Esistono altre due statue simili al Manneken Pis, ma meno famose: si tratta di Jeanneke Pis e Zinneke Pis, rispettivamente la bambina e il cane che fanno pipì.

Boh, secondo me non è un bel messaggio: pare dire che i belgi sono un popolo di incontinenti! Comunque, contenti loro… contenti tutti.

Cosa vedere a Bruxelles: il Manneken Pis
Il Manneken Pis di Bruxelles

→ Leggi anche: 6 motivi per NON visitare Bruxelles

E tu, sei mai stato in Belgio? Cosa ti ha incuriosito di più delle cose che ho scritto? Lasciami un commentino, o condividi questo post se ti è stato utile! E soprattutto non dimenticare di raggiungermi su Facebook e Instagram per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli 🙂

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO


I COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla newsletter mensile
Iscriviti per ricevere una e-mail al mese aggiornata con i nuovi articoli e le novità del blog. Giuro, non mi accollo.

Iscrivendomi confermo di aver preso visione dell'informativa Privacy Policy.

mailchimp logo
Ciao io sono Anna

Ciao, io sono Anna!

Sono una travel blogger di Roma, sul web con Profumo di Follia dal 2012. Organizzo viaggi in piena autonomia da sempre, soprattutto nel weekend e nelle capitali europee.

Ho una passione per la Finlandia che mi ha portata a studiare la lingua finlandese per un anno e mezzo e a progettare di esplorarla in lungo e largo.

Sono una travel blogger di Roma, sul web con Profumo di Follia dal 2012. Organizzo viaggi in piena autonomia da sempre, soprattutto nel weekend e nelle capitali europee.

Ho una passione per la Finlandia che mi ha portata a studiare la lingua finlandese per un anno e mezzo e a progettare di esplorarla in lungo e largo.