Italia

Bonus vacanze 2020: come funziona (in parole semplici)

E’ facile: per ottenere il bonus vacanze 2020 devi fare un DSU per chiedere un ISEE, sperando che sia sopra una certa soglia, poi devi scaricare IO e metterci dentro il CIE, oppure lo SPID, a seconda di quale sia meglio, per poi accedere ai siti PA col QR Code.

Non c’hai capito una mazza, vero? Ecco, nemmeno io.

Come ottenere il bonus vacanze 2020

E allora in questo articolo ti spiego il bonus vacanze 2020 in modo chiaro, lampante, cristallino, a prova di tonto. Perché di cose complicate ne ho piene le scatole, di problemi in Italia ne abbiamo tanti e mi sono impegnata affinché almeno questa procedura diventasse comprensibile.

Vediamo di chiarire un po’ la situazione…

Bonus vacanze 2020: cos’è?

Il bonus vacanze 2020 è un credito virtuale che si potrà usare dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2020 per pagare i servizi offerti dagli hotel, dai bed&breakfast e dagli agriturismi italiani.

In altre parole: è un contributo che aiuta le famiglie italiane che hanno un basso reddito ad andare in vacanza entro la fine di quest’anno, pagando gli hotel, gli agriturismi o i bed&breakfast del nostro Paese.

Per credito virtuale intendo che non ti verranno recapitati dei soldi fisici, ma riceverai un codice sul telefono di un certo valore che dovrai utilizzare per pagare un soggiorno in una struttura ricettiva italiana.

Questo bonus vacanze, che sulla Gazzetta Ufficiale viene chiamato tax credit vacanze, fa parte del Decreto Rilancio del 17 maggio 2020 e punta a rilanciare il turismo interno italiano.

A quanto ammonta il bonus, e chi può richiederlo?

Per ottenere il bonus vacanze un nucleo familiare deve avere un ISEE in corso di validità non superiore ai 40.000 euro annui.

→ Cos’è l’ISEE? L’acronimo significa Indicatore della Situazione Economica Equivalente e si tratta di un certificato che attesta la condizione economica di una famiglia tenendo conto del reddito, del patrimonio e delle caratteristiche della famiglia stessa. Sul sito dell’INPS trovi le istruzioni per compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che serve per richiederlo.

Bonus vacanze 2020, come richiederlo. Foto di Giulietta, a Verona.
Potresti utilizzare il bonus per visitare Verona e vedere la statua di Giulietta, ad esempio!

Il valore del bonus vacanze 2020 varia in base al numero di componenti del proprio nucleo familiare: si parte da 150 euro per nuclei familiari composti da un individuo singolo, 300 euro per nuclei familiari di due persone, e si arriva ad un massimo di 500 euro per nuclei familiari composti da più persone.

Gli altri requisiti sono:

  • il pagamento dei servizi turistici si deve effettuare ad un singolo hotel/agriturismo/bed&breakfast, e in un’unica soluzione documentata da fattura elettronica (o documento commerciale equivalente) nel quale deve essere indicato il codice fiscale di chi utilizza il bonus vacanze*;
  • il pagamento del soggiorno non deve avvenire tramite terze parti diverse da agenzie di viaggi o tour operator

*La persona che usa il bonus vacanze può essere diversa da quella che lo ha richiesto, l’importante è che sia un componente dello stesso nucleo familiare.

Come fare domanda per il bonus vacanze? Cosa sono CIE e SPID?

Per richiedere il bonus vacanze basta scaricare un’app chiamata IO, che è la app ufficiale per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

La app IO è disponibile sia per telefoni Android che per Apple, ma per accedere ai servizi devi essere in possesso di una carta d’identità elettronica (indicata con l’acronimo CIE) e aver fatto richiesta per ricevere l’ISEE. Per carta di identità elettronica si intende proprio quella che ti dà il tuo comune di residenza.

Se non hai una carta d’identità elettronica (magari hai ancora la carta d’identità cartacea), niente paura: puoi accedere all’app utilizzando lo SPID.

SPID significa “Sistema Pubblico di Identità Digitale” ed è, in poche parole, una specie di documento di identità virtuale che ti serve per usare i servizi della Pubblica Amministrazione su Internet in sicurezza.

Come ottenere lo SPID: vai su www.spid.gov.it e clicca sul tasto “Richiedi SPID”, poi segui le istruzioni che ti diranno di scegliere un Identity Provider, ovvero un sito attraverso il quale procedere con la tua identificazione; quest’ultima può avvenire di persona (dovrai recarti in un ufficio fisicamente), oppure dal tuo computer utilizzando una webcam, oppure tramite altri documenti come la carta di identità elettronica.

La tabella in fondo alla pagina ti permette di confrontare tempi, eventuali costi e livello di sicurezza di ogni sito, quindi puoi scegliere dove registrarti guardando quella.

Per registrarti a questi siti e creare lo SPID ti serviranno un documento di identità valido, la tessera sanitaria, un indirizzo e-mail valido e il numero del cellulare che usi più spesso.

Una volta ottenuto il tuo SPID e scaricata l’applicazione IO, basterà aspettare il 1° luglio per vedere comparire l’opzione “Bonus Vacanze” nella sezione “Pagamenti”. Il bonus ti verrà assegnato tramite un codice e un QR Code, che andranno mostrati al momento del saldo della tua vacanza.

Se non sai cos’è un QR Code, o codice QR, ecco il link di Wikipedia che ne mostra uno. Si legge con lo smartphone.

Quindi, ricapitolando, per ottenere il bonus vacanze 2020 devi:

  • richiedere l’ISEE
  • richiedere lo SPID se non hai una carta di identità elettronica
  • scaricare l’applicazione chiamata IO sullo smartphone
  • richiedere il bonus vacanze sull’app ottenendo due codici
  • utilizzare i due codici per pagare una vacanza tra il 1° luglio e il 31 dicembre 2020

Bonus vacanze: strutture aderenti

Chi aderisce al bonus vacanze? Quali sono le strutture che lo accetteranno e dove trovo un elenco?

Dal 1° luglio è possibile capire quali sono le strutture aderenti facendo una ricerca sul sito della Federalberghi (www.italyhotels.it): inserisci la zona in cui vorresti passare la vacanza, la data e il numero di partecipanti; una volta ottenuti i risultati, scorri il menù a sinistra verso il basso, fino a vedere l’opzione “accetta bonus vacanze”; basterà cliccarci sopra per ottenere un elenco di strutture aderenti nella zona che ti interessa visitare.

Se ti servono consigli per scegliere dove andare in vacanza in Italia, ecco alcuni articoli che faranno decisamente al caso tuo:

Se ti sono stata utile per capire come usare il bonus vacanze, condividi questo articolo sui social e aiutami a fallo girare 🙂 per me è molto importante e mi aiuta a crescere!

E non dimenticare di seguirmi su Instagram e su Facebook per essere sempre aggiornato sui nuovi articoli 😉