browsing category: Finlandia

EuropaFinlandia

Trasferirsi e lavorare in Finlandia: documenti e siti da tenere d’occhio

Come funziona il lavoro in Finlandia per gli italiani? Dove si trova un lavoro? Quali sono i passaggi da seguire? E quali documenti servono per trasferirsi?

Il mese scorso mi è stata segnalato un convegno, organizzato dall’Ambasciata di Finlandia e dalla Commissione Europea, in cui si sarebbe parlato di lavoro e studio in Finlandia per gli italiani: Lets go Finland. Si tratta di un’iniziativa interessante soprattutto per i giovani che cercano opportunità in Europa, e che verrà replicata anche per altri Paesi: a settembre, per esempio, dovrebbe esserci un convegno identico sull’Irlanda.

In questo articolo ti dirò, partendo dalle informazioni che ho raccattato al convegno, cosa bisogna fare se hai intenzione di trasferirti in Finlandia e quali sono i siti che devi guardare per trovarti un primo lavoro oppure un corso di laurea.

Come trasferirsi in Finlandia: documenti necessari per gli italiani

Partiamo con una notizia fantastica: gli italiani, essendo cittadini europei, possono trasferirsi in Finlandia senza richiedere permessi di soggiorno, né visti. Stessa cosa per gli altri cittadini dell’Unione Europea e per chi viene da Islanda, Norvegia, Svizzera e Liechtenstein.

Se si intende rimanere nel Paese meno di tre mesi, per lavoro o studio o per qualsiasi altro motivo, non è necessario alcun documento particolare; se, invece, si prevede un trasferimento definitivo o che superi i tre mesi, bisogna registrarsi come cittadino comunitario presso l’ufficio di immigrazione finlandese. La richiesta si può fare prima della partenza su uno di questi due siti:

La richiesta va fatta dal cittadino che intende trasferirsi – non da sua madre, per esempio – utilizzando un passaporto valido. Bisognerà pagare una tassa e poi fissare un appuntamento negli uffici di immigrazione per l’identificazione.

Se non si è cittadini dell’Unione Europea o dei Paesi elencati sopra bisogna chiedere un permesso di soggiorno, e si possono utilizzare gli stessi due siti Internet. Questo tipo di documento va richiesto prima della partenza, dal proprio Paese di residenza, ed è necessario aver già trovato un lavoro in Finlandia. Anche qui bisogna pagare una tassa, e poi bisogna prendere un appuntamento con l’Ambasciata di Finlandia locale per l’identificazione.

Per ulteriori informazioni, anche in italiano, ti lascio il sito dell’Ambasciata di Finlandia di Roma.

Altri due siti da spulciare per informazioni varie sono International House Helsinki e InfoFinland.

I siti Internet da guardare per trovare lavoro in Finlandia

Durante il convegno, le ambasciatrici finlandesi hanno consigliato di trovare un lavoro prima di trasferirsi in Finlandia, passaggio obbligatorio se non si è cittadini UE.

Stiamo parlando di un Paese che ha relativamente pochi abitanti, e pare che le occasioni lavorative siano parecchie anche per gli stranieri. Compresi gli stranieri ultratrentenni, che non sono considerati troppo vecchi per avere un impiego, anzi. Se hai esperienza, e dopo i trent’anni di solito ce l’hai, in Finlandia trovi lavoro più facilmente. La mia insegnante di finlandese, originaria di Kemi, mi ha raccontato di una sua ex compagna di università, cinquantacinquenne e straniera, che ha trovato lavoro subito dopo la laurea. Intendo un lavoro vero, non quelle stronzate tipo gli stage non retribuiti. E pensa: pure una donna sposata e in età fertile in Finlandia può lavorare. Follia pura, eh?

Esperienza significa anche saper individuare il settore in cui si hanno più chance lavorative. Ce ne sono alcuni in rapida crescita, ovvero:

  • Tecnologia
  • Artificial Intelligence
  • Gaming
  • Settore creativo
  • Ingegneria
  • Coding

Anche il settore sanitario ha urgente bisogno di personale. Inoltre esistono dei sussidi statali per coloro che sognano di diventare imprenditori.

Prima di passare alla sfilza di siti Internet, ti do un’ultima informazione: per lavorare in Finlandia ti servirà una sorta di codice fiscale finlandese, chiamato verokortti, che va richiesto negli uffici verotoimisto. Sul sito vero.fi (il link è in inglese) trovi l’elenco degli uffici in ogni città, e cliccando su quella che ti interessa escono fuori indirizzo e orari.

Ora passiamo alla ciccia, ovvero i siti da analizzare se cerchi un lavoro in Finlandia:

TE-palvelut.fi

Te-palvelut è un sito che contiene annunci di lavoro e dà anche numerosi consigli ai potenziali dipendenti finlandesi. Nella home trovi opzioni sia per i lavoratori dipendenti che per gli imprenditori, e c’è anche il link di un corso gratuito di orientamento per i lavoratori stranieri che intendono trovare lavoro in Finlandia.

Nella sezione Avoimet työpaikat (“opportunità di lavoro”) c’è un menù di ricerca delle posizioni aperte al momento, con la selezione dei settori, orari di lavoro e quant’altro. La pagina è in finlandese, ma se clicchi sul menù a tendina Enemmän hakuehtoja (“altri criteri di ricerca”), l’ultima voce è Ilmoituksen kieli e puoi cliccare Vain englanninkieliset ilmoitukset che significa “mostra solo annunci in inglese”.

Un’altra sezione davvero utile è Other employment service websites. C’è un elenco con un botto di siti specifici per alcuni settori lavorativi, per esempio lavori accademici, lavori al governo, musicisti, ecc. o per alcune zone della Finlandia, ad esempio le isole Åland.

Suomi.fi

Il sito Suomi.fi contiene tutte le informazioni utili a chi intende aprire una nuova azienda in Finlandia: come funziona, documenti che ti servono, a chi e come chiedere finanziamenti, come aprire nuove start-up. Il link è in italiano.

Aarresaari.net

Aarresaari è un sito in inglese, finlandese o svedese, specifico per trovare lavori accademici in una delle tredici università finlandesi. Ci sono anche servizi per gli studenti.

Oikotie.fi

Oikotie è un sito di annunci vari per trovare lavoro, case, auto ecc. Qui è necessario sapere un minimo di finlandese, perché solo alcune parole vengono tradotte in inglese. Työpaikat significa “posti di lavoro”, asunnot è “appartamenti”, la sezione huuto porta ad un sito tipo Ebay, autot significa “automobili” e toimitilat serve a cercare spazi da affittare per gli uffici.

Esiste, inoltre, una sezione di Oikotie che ti aiuta a confrontare gli stipendi in base alla posizione lavorativa e all’esperienza accumulata: è probabile che durante qualche selezione ti venga chiesto che tipo di stipendio ti aspetti di guadagnare, e questa sezione può aiutarti → https://tyopaikat.oikotie.fi/en/palkkavertailu

Studiare in Finlandia: come trovare un corso universitario

Come ho già detto in precedenza le università finlandesi sono tredici, ma bisogna aggiungerne altre ventitré che sono classificate come “università delle scienze applicate”.

La prima buona notizia è che i corsi di laurea in Finlandia sono gratuiti; la seconda è che molti corsi sono totalmente in inglese. Per accedervi bisogna sostenere un esame abbastanza tosto, ma se ti fai il mazzo, e te lo meriti, entri.

I siti da guardare per i corsi di laurea sono www.studyinfinland.fi e www.studyinfo.fi. Il sito helsinki.fi invece offre informazioni a chi voglia frequentare dei corsi o dei master all’Università di Helsinki.

Se ti interessa studiare la lingua finlandese senza frequentare un corso di laurea, ti rimando all’articolo che ho scritto l’anno scorso sulla mia esperienza dove ho già spiegato tutto quanto → studiare finlandese in Finlandia.

E’ tutto! Se ci sono domande lasciami un commento qui sotto, oppure entra nel gruppo Facebook dedicato Finlandia e lingua finlandese. Commenta anche se hai suggerimenti, se conosci altri siti che possono servire o se sei andato tu stesso a studiare in Finlandia 🙂

Read More
1 2 9
Page 1 of 9