browsing category: Roma

EuropaItaliaLazioRoma

Di quando so’ andata a cerca’ i tulipani a Roma

Mercoledì scorso avevo in programma di fare un salto al Tulipark di Roma, il famoso parco dedicato ai tulipani olandesi.

Dopo aver percorso mezzo raccordo anulare mi sono accorta che il tempo stava peggiorando, e che sarei dovuta arrivare a San Giovanni sperando che non piovesse prima. Mentre riflettevo su ‘sta cosa meravigliosa sono finita in un bar a prendere un caffè, e sul bancone ho trovato il depliant di un altro parco di tulipani. Superato lo shock per aver scoperto che a Roma esistono più parchi di questo tipo – cos’è ‘sta invasione di tulipani?! Vorranno conquistare il mondo insieme ai piccioni? – ho scoperto che il Roma Flowers Park era grandicello, più vicino rispetto a San Giovanni, e il prezzo del biglietto era lo stesso del Tulipark. Ho alzato gli occhi in direzione dei nuvoloni e me so’ detta ma sì, provamoce.

E così me ne sono andata a Castel di Leva, zona sud di Roma. Per fortuna avevo l’indirizzo col civico, altrimenti col cacchio che ci sarei arrivata, al parco. Che poi non è manco un parco, ma è un vero e proprio campo coltivato con una grossa fetta dedicata ai tulipani.

Roma Flowers Park - entrata
Roma Flowers Park

Insieme al biglietto ho ricevuto una bustina di carta contenente cinque bulbi da piantare a settembre. Quelli del parco non sanno che sono riuscita ad uccidere anche una pianta finta.

‘Sta cosa che te regalano i bulbi m’è piaciuta una cifra, e comunque quattro sono stati sbolognati a mia suocera che c’ha il pollice verde.

E insomma tu entri nel campo e ci sono una serie di aiuole tonde, con numerosi tulipani da mostra, e qua e là qualche cespuglietto di anemoni e fresie. Sul sito dicono 70 varietà distribuite su 22.000 metri quadri e io me fido.

Roma Flowers Park
Roma Flowers Park
Roma Flowers Park

Tulipani grandi, piccoli e nanetti. Olandesi e italiani. Gialli, rosa, lilla, bianchi e viola, ma soprattutto rossi. Io amo tutto ciò che è rosso, il rosso in tutte le sue gradazioni, e là in mezzo stavo avendo un collasso: rosso corallo, rosso e giallo, rosso vivo, rosso scuro. Tutti c’erano. TUTTI.

Roma Flowers Park

C’erano colori così vivaci che il cellulare m’ha fotografato tutti i tulipani col contrasto a palla, da solo. Ogni volta che guardo ‘ste foto mi sparaflasho le retine e me scordo pure come mi chiamo, poi la gente deve farmi mettere seduta e spiegarmi tutto da capo.

Io così dopo ogni foto.

Nelle aiuole ci sono i tulipani da mostra, che non si possono toccare. Tutt’intorno invece c’è la zona Pick your flowers, ovvero un percorso dove puoi fermarti a cogliere i tulipani al costo di 1,50€ l’uno.

Roma Flowers Park - pick your flowers
Roma Flowers Park - pick your flowers

Ecco, una cosa che mi è piaciuta molto è che qua puoi cogliere i tulipani con tutto il bulbo, mentre al Tulipark ho letto che devi reciderli. Se li recidi non puoi ripiantarli, puoi giusto metterli in un vaso e poi buttarli quando si seccano (e durano poco). Se invece hanno il bulbo, puoi metterli in un vaso interi e poi ripiantarli a settembre, per avere nuovi fiori in giardino o sul terrazzo. Io questa cosa me la sono fatta spiegare per benino – pianta finta morta, ricordi? – e alla fine del post ti dico come devi fare.

Comunque bello farli rivivere, no? A me scoccia far morire i fiori e poi buttarli, mi passa la voglia di coglierli!

Un’altra cosa che m’è piaciuta è che, se hai fatto il pieno di tulipani, ai lati del parco ci sono degli stand dove puoi comprare altre piante o fiori, anche recisi. I prezzi sono ottimi, calcola che mia madre s’è portata via due cassette di piante per sistemare tutto il balcone. Sì, lei è un’altra col pollice verde, verdissimo direi. Le fortune tutte agli altri.

Roma Flowers Park - stand dei fiori

Ci sono anche degli stand dove poter pranzare con prodotti locali (forse aperti solo nel weekend quando c’è più gente, mercoledì erano chiusi), un parcheggio e un’area giochi per bambini.

Come raggiungere il Roma Flowers Park, biglietti e orari

L’indirizzo preciso è Via Castel di Leva 358, zona Divino Amore. Tatuati ‘sto civico sulla fronte perché le indicazioni lungo la strada sono veramente poche. E sì raga’, la zona si chiama Divino Amore e pure e a me fa riderissimo. Non a caso c’è una chiesa.

Come arrivare al Roma Flowers Park coi mezzi pubblici: prendi la metropolitana direzione Laurentina (linea B) e scendi a Eur Fermi, poi vai a Viale America (la strada sopra alla stazione), prendi il bus 044 direzione Ardeatina/Valle Caia, e scendi alla fermata Castel di Leva/Tor Pagnotta 2.

Il Roma Flowers Park è aperto dal 23 marzo 2019 ai primi di maggio, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 19.

Il biglietto costa 6€ se acquistato al parco, 5€ se lo acquisti sul sito https://romaflowerspark.com/. Il costo è l’equivalente dei cinque bulbi che ti vengono regalati all’entrata.

I tulipani dell’area Pick your flower hanno un costo di 1,50€ l’uno e puoi coglierne quanti vuoi. Se sei capace puoi farlo da te, altrimenti ci sono dei ragazzi dello staff che possono aiutarti. Io ho fatto così perché avevo paura di rovinare i fiori.

Se fai una foto al parco e la posti sui social con l’hashtag #RFP2019, mostrandola allo staff hai diritto ad un tulipano gratis.

Come curare i tulipani

I tulipani vanno messi il prima possibile in un vaso di acqua fresca, con tutto il bulbo.

Quando il tulipano si secca, bisogna tagliare via il fiore all’altezza del bulbo e poi asciugare quest’ultimo, per poi conservarlo in un luogo riparato, anche nella stessa busta di carta. Potrai ripiantarlo nella terra o in un vaso a settembre, in un luogo non ventoso e sufficientemente soleggiato.

Se vai al parco e li prendi famme sape’, così li piantiamo insieme a settembre e vediamo che esce fori.

Read More
1 2 7
Page 1 of 7