facebookpixel
thumimg

Diario di viaggio a Dublino (pt. 2)

Europa / Irlanda

lafolle 14 Agosto 2013 0

Seconda parte del viaggio a Dublino con la mia amica. Per leggere la prima parte, col motivo per cui siamo partite e il primo impatto con l’Irlanda, clicca su → diario di viaggio a Dublino

Se invece vuoi sapere che altro è successo… continua a leggere!

Viaggio a Dublino, secondo giorno

Siamo state solo quattro giorni in Irlanda e prima di partire avevamo deciso che, togliendo il giorno di andata e quello di ritorno, avremmo trascorso il primo giorno a girovagare a piedi per vedere Dublino, mentre il secondo lo avremmo dedicato allo shopping compulsivo e ai souvenir.

Obiettivo primario della giornata: la colazione. Ci siamo fermate al Cafe Kylemore, un bar di O’Connell Street che offre una colazione self-service. Non so se siano aperti anche per pranzo e cena, ma se ti capita di andare a Dublino è una buonissima soluzione per evitare di pagare il buffet in qualche hotel.

VIaggio a Dublino: colazione al Cafe Kylemore

Di fronte al Cafe Kylemore c’è la statua di James Joyce e ci siamo fatte la foto di rito, foto che alla mia amica è uscita benissimo, a me un po’ meno perché un simpatico vecchietto s’è seduto sul piedistallo del Joyce a leggersi il giornale e non c’è stato verso di farlo alzare. Quindi eccoci qui: io, James Joyce e il sederone del nonnetto.

Io, James Joyce e il vecchietto. Viaggio a Dublino

Da lì ci siamo girate Dublino a piedi, e se dico a piedi intendo a piedi, senza prendere neanche un autobus. E’ stata un’esperienza abbastanza piacevole, Dublino è una città piccola e facile da girare.

→ Leggi anche: diario di viaggio: novembre a Dublino

Irish Government Buildings a Dublino
Sir Benjamin Guinness. Viaggio a Dublino

La mia amica aveva un obiettivo ben preciso: voleva farmi vedere la St. Patrick’s Cathedral, Árd Eaglais Naomh Pádraig in gaelico (la lingua nazionale irlandese). C’è voluta mezza giornata per arrivarci a piedi, ma quando siamo arrivate l’abbiamo trovata piena di ponteggi. Mai ‘na gioia!

Dublino, indicazioni per Temple Bar
Viaggio a Dublino: locali coloratissimi a Temple Bar
Porte colorate viste durante il viaggio a Dublino
Grafton Street, Dublino

Nel frattempo abbiam pensato bene di pranzare in un ristorante giapponese che abbiamo trovato in un centro commerciale, che poi è stato il mio primo ristorante giapponese con relativo primo ramen e relativa figuraccia intitolata “ma che ce devo fa co’ sto mestolo?”.

Il ramen di Wagamama a Dublino

Il ristorante si chiama Wagamama, credo sia una catena.

Non ricordo altre situazioni comiche da raccontarti se non il fatto che i semafori irlandesi ti fanno il conteggio dei secondi che mancano al semaforo verde per i pedoni, e che gli irlandesi attraversano comunque col rosso per principio. A una certa l’abbiamo fatto pure noi e ci siamo dette di essere molto irlandesi solo per quello.

A cena, la mia amica mi ha portato in un altro posto fantastico: Eddie Rocket’s. Mi sono sentita subito catapultata in Grease.

Eddie Rockets, cena durante il viaggio a Dublino
Eddie Rockets, la nostra cena a Dublino

[Continua con la terza parte]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *