Diari di viaggioEuropaGermaniaViaggi

Diario di Viaggio: weekend a Monaco di Baviera (parte 4)

Breve post per concludere definitivamente il diario del viaggio a Monaco. Oggi ti racconto il quarto e ultimo giorno in Germania.

Come dici? Che era ora? Eh, lo so, chiedo perdono.

Trovi la terza parte qui.

Diario di viaggio: weekend a Monaco

Monaco 2 dicembre 2014, martedì. 

Sveglia alle 7.30.

Abbiamo fatto il check-out, ci siamo caricati i trolley e siamo andati a prendere la metropolitana: direzione Theresienwiese, la piazza dove a ottobre fanno l’Oktoberfest. Ci rimanevano solo poche ore prima del volo, così abbiamo pensato di farci una capatina visto che c’era il Winter Toolwood Festival (il periodo era dal 25 novembre al 31 dicembre 2014, viene organizzato in inverno e in estate).

Siamo arrivati lì intorno alle 10 e del festival neanche l’ombra. Zero. Nulla. Nada. Solo dopo ho capito perché. Il festival iniziava alle 14. OVVIAMENTE. Ciao a tutti, mi chiamo Anna e sono una rincoglionita.

Dovevo ancora comprare i miei amatissimi souvenir, così siamo tornati per l’ultima volta a Marienplatz. Secondo giretto nel Cafè Rischart a sfondarci di girelle come se non ci fosse un domani, e visto che c’ero ho preso anche un white latte macchiato, che nei bicchieri degli altri sembrava simile ad un cappuccino. Effettivamente gli somigliava, ma era gigantesco.

Abbiamo fatto scorta di souvenir (mi sono portata a casa un portacandele stupenderrimo!) e ho resistito alla fortiiiissima tentazione di comprare uno di questi.

Ho resistito solo perché ho 27 anni, e non 7. E solo perché non abito in Alaska. Ok, ero anche molto indecisa tra il maialino e la renna, lo ammetto.

Vabbe’, alla fine sto a rosica’ perché li ho lasciati tutti lì.

Abbiamo preso il treno e siamo andati in aeroporto a odiare forte la gente che si mette in fila al gate quando l’imbarco non è ancora iniziato e il volo è in ritardo di mezz’ora. Lo steward ha anche fatto un annuncio per dire a tutti di sedersi e quelli niente, de coccio, sono rimasti in piedi. Poi durante l’imbarco giustamente si sono lamentati perché sono stati in piedi per un’ora.

Lo vogliamo fare un minuto di silenzio per i loro cervelli?

 

Dai, dimmi la verità: anche tu avresti comprato uno di quei cappellini, vero? Che dici, renna o maialino?