Se per caso te lo stai chiedendo, sappi che finnofilo non è una parolaccia. Vuol dire essere appassionato di Finlandia.

Tu come ne riconosci uno? Ah, sei convinto che siamo persone comuni? Povero illuso. Noi finnofili c’abbiamo sei caratteristiche inconfondibili. Che cacchio te ridi? Pensi sia una cavolata? Continua a leggere e poi vediamo!

come riconoscere un finnofilo

Come ho detto prima, la razza dei finnofili è molto particolare, perché l’italiano medio per certi versi è l’esatto opposto del finlandese medio.

L’italiano medio è estroverso, abbronzato, caciarone e trova che il massimo della vita sia passare Ferragosto a chiappe all’aria a Ostia o a *inserire località marittima italiana particolarmente turistica*.

Il finlandese medio invece è timido, pelle color mozzarella, attacca bottone con te solo se costretto (leggi: ti parla solo se siete nella stessa sauna e siete nudi come due zucchine) e pensa che il massimo della vita sia passare Ferragosto chiuso in una casetta di legno sul lago lontana da tutto e tutti.

Non è difficile capire come mai un italiano che prende abitudini nordiche spesso venga etichettato come “quello strano” (#truestory) o “quella a cui è morto il gatto” (#truestory2).

Ora vediamo quali sono i motivi.

#1 La musica metal

Nove volte su dieci la trasmissione del virus finlandese avviene tramite la musica metal. Che sia power metal, heavy metal o symphonic metal poco importa: un appassionato di Finlandia conosce almeno una canzone metal. Intendo pure le parole, non solo i pezzi di headbanging.

E si sa che i metallari non sono persone molto amichevoli e vivaci.

metallaro finlandese

Un esemplare di finnofilo maschio durante una gita al lago.

I gruppi che vanno per la maggiore sono i Nightwish (celo), gli HIM (celo), i Children of Bodom (manca), i Sonata Arctica (celo), gli Stratovarius (manca), The 69 Eyes (celo).

I fan degli HIM li distingui per la presenza di heartagram tatuati sui centimetri di pelle più esposti del corpo (l’heartagram è il simbolo degli HIM).

Fai attenzione perché alcuni esemplari di fan maschi, particolarmente coraggiosi, se lo tatuano sull’inguine come il cantante della band. Di solito infilano le mani nelle tasche dei pantaloni per cercare di mostrartelo con naturalezza mentre sei in fila alla posta. Questo atteggiamento non è molto finlandese, ma è molto Ville Valo (che è finlandese).

ville valo tatuaggio heartagram finlandia

Ville Valo che dice guarda cca. Il tatuaggio, che avevi capito?! [Fonte: Pinterest]

#2 Abbigliamento e trucco nero

L’appassionato di Finlandia si veste (quasi) sempre di nero, punto. E’ un dato di fatto.

La dotazione standard prevede pantaloni neri, t-shirt nere o grigie col logo di qualche gruppo metal, anelli e/o piercing nei luoghi più impensabili e anfibi usati pure al posto delle ciabatte.

No, non è perché il nero sfina, e non è nemmeno perché il nero va forte in questa stagione. Il nero fa subito metal, e il metal fa subito Finlandia. Sallo.

look gotico

Vabbe’, mo non esageriamo. [Fonte: Pinterest]

Ovviamente il nero non è inteso solo sui vestiti.

L’esemplare femmina di appassionato di Finlandia vive in simbiosi col mascara e ama sfoggiare look che richiamano il gotico o il rockabilly, però senza finire nell’emo, perché gli emo fanno impressione pure a noi.

Non avvicinarti se la vedi senza eyeliner sugli occhi, probabilmente le è finito e questo indica una brutta, bruttissima giornata.

Ah, non stranirti se la vedi particolarmente pallida: è voluto. La Finlandia è un Paese conosciuto per le poche ore di luce in inverno, e molte ragazze si impegnano duramente per riprodurre lo stesso candore della pelle finlandese. Un’appassionata di Finlandia pallida è un’appassionata di Finlandia felice, ricordatelo.

lady gaga eyeliner

L’eyeliner c’è, il piercing c’è, l’abbigliamento pure… fermi tutti, Lady Gaga è dei nostri! [Fonte: Twitter]

#3 I capelli lunghi

I finnofili c’hanno il capello lungo, pure gli uomini. Probabilmente gli serve per fare headbanging in modo più convincente.

Ammetto che io questa cosa non l’ho mai fatta, ma non sono nemmeno mai andata a vedere un concerto metal di qualsiasi tipo. E se pure ci provassi, considerando che sono sfigata e soprattutto bassa, so già che tirerei una capocciata fortissima contro una transenna e morirei lì.

headbanging metal finlandese

Ma non gli viene mal di testa?

Non so se quella dei capelli lunghi sia una moda finlandese, ma effettivamente quando sono stata in Finlandia ho visto diversi omaccioni coi capelli lunghi. Questa è la caratteristica che amo di più, lo ammetto. C’ho il debole per i capelloni io.

uomo capelli lunghi finlandese

Finlandesi gnocchi: Tuomas Holopainen coi suoi capelli.

Ho provato a far crescere i capelli anche a Massimo, ma la mia è una battaglia persa. Mi sono messa con l’unico uomo sulla Terra i cui capelli crescono verso l’alto e non verso il basso, e purtroppo non provo nessun tipo di attrazione sessuale per Marge Simpson.

#4 Il salmiakki

Il salmiakki è la tipica liquirizia salata finlandese, e i finlandesi ce vanno matti. C’hanno le caramelle al salmiakki, i dolci al salmiakki, le barrette al salmiakki, il gelato al salmiakki, secondo me gira gira si inventano pure le saune fatte di salmiakki. Non le fanno solo perché non possono rischiare di ciucciarsi le pareti di una sauna, andrebbero in corto circuito.

salmiakki finlandese per un finnofilo

Un finnofilo DEVE assaggiare il salmiakki, ma soprattutto deve AVERLO e deve distribuirlo a mezza Italia per far vedere che solo lui/lei è in grado di mangiarlo e uscirne vincitore.

Se non ha in programma di prenderlo durante un viaggio in Finlandia, stai tranquillo che setaccerà ogni Tiger nel giro di duecento chilometri da casa sua. Oppure farà come ho fatto io: se ne farà spedire una confezione direttamente dal Paese di Babbo Natale, spendendo l’ira di Dio in spese di spedizione (leggi l’articolo: sfida degli snack finlandesi per sapere cosa ho assaggiato).

Per la cronaca a me il salmiakki fa schifo, così come mi fa schifo la liquirizia normale. L’ho fatto comunque assaggiare a tutti i miei colleghi, e fa schifo pure a loro.

#5 Dieresi everywhere

La lingua finlandese ha questa simpatica particolarità: le vocali con le dieresi, i due puntini.

[Se non sai di che sto parlando → Lingua finlandese per viaggiatori]

Cosa fa un finnofilo che vuole tirarsela a dovere, e che ha accesso a Internet e ai social network? Facile, si riempie il nome di dieresi a caso, tipo Emänuelä o Mässimiliänö. Che tenero.

Io le dieresi non le ho mai messe. Ho fatto peggio.

All’epoca di Messenger – non quello di Facebook, parlo della chat di MSN che girava dieci anni fa – riempivo la biografia di frasi motivazionali tradotte in finlandese con Google Translate. Senza sapere una mazza di finlandese, chiaro.

what the fuck lingua finlandese

Fortuna che nessuno dei miei amici di allora era finlandese, altrimenti stava ancora qui a ridere. #ildisagio

#6 L’embolo se non conosci la geografia

Last, but not least: un minimo di cultura sulla geografia europea è indispensabile se vuoi essere amico o anche solo avere interazioni di qualsiasi tipo – anche solo “mi passi il sale? ” – con un finnofilo.

Non puoi affermare allegramente che la Finlandia si trova al Polo Nord e sperare di uscirne illeso. Così come non puoi dire che la capitale della Finlandia è Stoccolma, perché prima rido tantissimo e poi ti stappo la testa col pollice, come si fa con lo spumante.

Chiariamolo una volta per tutte:

  1. la Finlandia si trova in Nord Europa
  2. la Finlandia ha una quarta stagione che si chiama estate, in cui fa relativamente caldo
  3. La Finlandia NON si trova oltre il circolo polare artico. O meglio, ci si trova solo la Lapponia, che è una parte della Finlandia
  4. La lingua parlata è il finlandese che NON E’ svedese, né norvegese, né qualsiasi altra lingua, e infine
  5. La capitale della Finlandia è Helsinki. Non Elsinchi, non Helsinky, perché la ipsilon puoi infilartela dove non batte il sole. Ma soprattutto, la capitale della Finlandia NON E’ LA SVEZIA. H-E-L-S-I-N-K-I, capito?

 

Ora che sai riconoscere un finnofilo, dimmi: quanti ne hai visti in giro? Quali altre caratteristiche aggiungeresti alla lista?

Lasciami un commento qui sotto, oppure condividi questo articolo se ti è piaciuto! E se se anche tu sei appassionato di Finlandia vienici a trovare sul gruppo Facebook Finlandia e lingua finlandese