Trastevere è una delle zone più belle e caratteristiche di Roma, lo sanno tutti. Io non la vedevo da un sacco di tempo, perché abito a Monculonia e arrivare in centro coi mezzi pubblici è sempre un’impresa notevole.

L’occasione giusta per tornarci è arrivata quando ho saputo del Food Truck Fest, il festival dei… oddio, come caspita te lo traduco food truck mo? Il food truck è il camioncino che vende cibo da strada. Il Food Truck Fest infatti è il festival dei camioncini che vendono paninazzi and friends, quelli che molti chiamano street food. Street food fa sempre più cool. Cool is the way. Più cool per tutti. Cool everywhere.

Festival dello street food a Roma

Devo ammetterlo: un festival dei paninazzi non può lasciarmi indifferente troppo a lungo, specialmente se mi dicono che ci trovo i camioncini di street food siciliano. Io parlo di viaggi, no? E che faccio, la Sicilia viene a trovarmi sotto casa con la sua carrettata di panelle e io non partecipo? STAI SCHERZANDO?

Il Food Truck Fest riunisce i furgoncini di cibo da strada migliori d’Italia a Roma, e non è mai in un posto solo: a marzo era a Trastevere, a dicembre stavano al Testaccio, a luglio alla Farnesina. In realtà un Food Truck Fest ci sarebbe anche oggi 25 aprile: quaranta food trucks, dalle 12 alle 15, Città dell’Altra Economia, Largo Dino Fisullo (Testaccio). Quello che abbiamo visto noi a Piazza Mastai era decisamente più piccolo.

Io e mia madre quel giorno siamo partite con l’idea di assaggiare TUTTO (poi chiediamoci da chi avrò preso il vizio), però dopo due o tre assaggi ci siamo arrese: si sa, il cibo di strada è tutto molto fritto e ciccione e ti riempie subito anima e stomaco. Ti riempie pure di cellulite, ma per quello ci vuole qualche settimana.

Food Truck Fest

Per fortuna c’abbiamo messo poco a capire che non avremmo potuto provare tutto, quindi ci siamo date delle priorità. E’ così che si fa nella vita.

“Ma’, io te lo dico: le panelle sono MIE.”

“Ok, io vado a fa’ la fila per le polpettODDIO LE OLIVE ASCOLANE AL TARTUFO! HAI VISTO LE OLIVE ASCOLANE AL TARTUFO?!”

“Dopo le panelle!”

“E il tiramisù?“

“Mamma, calmati. Tocca esse’ precisi. Prima il salato, poi er dolce.”

“C’hai ragione. Prendo pure er fritto di mare.”

Food Truck Fest Roma

Prima tappa: La Panella (è il nome del furgoncino). Per un mio tragico errore nella scelta del menù, al posto delle panelle ho assaggiato i panastick, che sembrano le patate fritte in stick ma sono fatti di panelle. Erano buone, quindi va bene lo stesso. Nel menù c’era compreso pure il dolce e abbiamo assaggiato l’iris, un dolcetto siciliano di pasta lievitata fritta farcito di ricotta e cioccolato.

Panastick

I panastick!

A seguire ci siamo buttate su un cartoccio di olive ascolane miste di Migliori: è così che ho assaggiato i cremini fritti marchigiani, una sorta di oliva ascolana ma col ripieno di crema pasticcera.

Olive ascolane di Migliori

Gli arrosticini di Apemagna avevano riscosso un certo successo, noi stavamo al festival da mezz’ora e già s’era formata una fila assurda, quindi ci siamo buttate sui fritti di mare e terra di Fritto Dorato e poi colpo di grazia, col tiramisù in diretta di Kombinando.

Fritti di Fritto Dorato

Kombinando

Il tiramisù in diretta di Kombinando

Tiramisù

Oh, la vita va vissuta. La vita è un brivido. E tu non hai idea dei brividi che mi sono venuti pensando a tutti gli addominali che mi costringerebbe a fare Daniele – l’istruttore della palestra – se solo sapesse. Infatti non sa una cippa, AHAHAH. O forse lo sa comunque. Daniele sa. Daniele lo sa sempre. Forse misura il girovita alla gente sbattendo le ciglia. Daniele Salvagirovita Beghelli.

Oggi sto leggermente esagerando con le cazzate.

Per informazioni sulle prossime date del Food Truck Fest e sui food truck che parteciperanno vai al sito ufficiale.

Tu hai mai partecipato a questi festival? Ce n’è uno simile dalle tue parti, dedicato allo street food?