Consigli di viaggioEuropaRegno Unito

Londra, Oyster card o Travelcard: quale scegliere?

Oggi torno a parlare di Londra col secondo dei miei tre post sulle informazioni utili per visitarla.

Nel primo abbiamo parlato dei costi reali di un viaggio a Londra, di come risparmiare e del cambio della sterlina, in questo faremo amicizia coi mezzi pubblici della capitale inglese e nel terzo ti darò i link dei siti e dei blog che mi sono stati più utili nella pianificazione del viaggio.

In questo post quindi ti parlerò a grandi linee dei trasporti pubblici della città, ma mi concentrerò soprattutto sulla differenza tra le due carte Oyster card e Travelcard. Iniziamo!

 

Prima di tutto devi sapere che la mappa dei trasporti di Londra è divisa in nove zone concentriche, che partono dal centro e si allargano fino alla periferia, e ogni zona ha un prezzo diverso. La maggior parte dei siti d’interesse e delle attrazioni, nonché la cosiddetta City (la parte più antica di Londra), si trova nelle zone 1 e 2.

Le tariffe dei biglietti semplici sono un bel casino. In poche parole:

– il biglietto cartaceo di corsa semplice in autobus costa 2,50 £ a tutte le ore e in tutte le zone;

– il biglietto cartaceo di corsa semplice in metropolitana ha un prezzo variabile che dipende dalle zone che attraversi e dall’orario del giorno in cui viaggi. Negli orari di punta (peak, dalle 06.00 alle 09.00 e dalle 17.00 alle 19.00, dal lunedì al venerdì) il biglietto costa di più, negli altri orari (off-peak) costa un pò meno.

Oyster Card e Travelcard: cosa sono?

Questa è la differenza principale tra le due carte:

la Oyster card è una carta magnetica contactless. Per usarla puoi caricarci dei soldi, che ti vengono scalati a seconda dei mezzi che prendi e delle zone che attraversi, oppure puoi caricarci una Travelcard.

la Travelcard è un abbonamento. E’ valida per un numero illimitato di corse in un periodo specifico: può essere valida un giorno, sette giorni, un mese o un anno, ovviamente con costi diversi anche a seconda delle zone che scegli di coprire.

Perché usarle?

Primo: per risparmiare. La Travelcard ha delle tariffe molto convenienti, mentre con la Oyster card tutti i biglietti costano meno ed esiste un limite giornaliero oltre il quale tutti i viaggi sono gratuiti. Per esempio sull’autobus invece di 2,50£ paghi 1,50£ e in metropolitana zona 1-2, il biglietto normale costa 2,90£ mentre con la Oyster card 2,30£. Giuro che non è una supercazzola. Se in un giorno arrivi a pagare 6,40£, i viaggi successivi non li paghi.

Secondo: non diventi cretino per calcolare il prezzo dei biglietti nelle varie zone. Il biglietto viene calcolato e addebitato automaticamente.

Siccome spiegarti tutti i prezzi è un suicidio sia per me che per te, e non mi pare il caso di scopiazzare tabelle già fatte da altri, ti lascio il link della tabella TFL coi prezzi esatti di ogni zona, i limiti di tariffazione giornalieri, gli sconti e le tariffepeak e off-peak. La trovi nella terza pagina di questo fantastico opuscolo di Transport for London in italiano. E’ in pdf e sono quattro pagine in totale, se vai a Londra ti consiglio di stamparlo perché potrebbe tornarti utile!

Dove acquistare Oyster card e Travelcard?

La Oyster card si acquista in tutti i negozi che espongono il simbolo della Oyster e che trovi praticamente ovunque: in aeroporto, nelle biglietterie TFL nelle stazioni della metropolitana, la trovi anche in alcuni negozi di souvenirs. Puoi acquistarla anche sul sito Visit Britain Shop.

La Travelcard si può acquistare in versione cartacea sia online (sul sito Visit Britain Shop è disponibile per uno o sette giorni) che nelle biglietterie ferroviarie e TFL di Londra.

Come usare la Oyster card e la Travelcard?

La Oyster card si acquista ad un prezzo di 5£ e poi va ricaricata dell’importo che ti serve (5£, 10£, 15£, ecc.), oppure con una Travelcard. Per utilizzarla basta avvicinarla al cerchio giallo sul tornello dell’entrata della metropolitana, e ripassarla sul tornello di uscita quando sei giunto a destinazione: in questo modo ti viene calcolato e addebitato il costo esatto delle zone della città che hai attraversato. Se non la passi all’uscita rischi che ti venga addebitato un prezzo superiore a quello che dovresti pagare, quindi fai attenzione!
Sugli autobus invece basta avvicinarla alla macchinetta obliteratrice una volta sola, perché il biglietto ha sempre lo stesso costo, indipendentemente dalla zona.

Alla fine del viaggio a Londra puoi recuperare le 5£ e l’eventuale credito rimasto restituendo la card. Si può fare in due modi: il primo è trovare uno sportello automatico Oyster che dia la possibilità di farsi rimborsare i soldi, cioè il refund, che però è valido solo per crediti inferiori alle 10£ (noi ne abbiamo trovato solo uno nella stazione Victoria, ma c’era una fila allucinante e abbiamo lasciato perdere); l’altro modo, se non sei più nel Regno Unito e/o hai un credito superiore alle 10£, è restituire la Oyster card via posta. Bisogna inviare la card e una lettera con cui si spiega il motivo della richiesta di rimborso alla Transport for London, l’indirizzo è:

TfL Customer Services
4th Floor
14 Pier Walk
London SE10 0ES
United Kingdom

Ricorda che la card e il credito non hanno scadenza, quindi se pensi di tornare a Londra in futuro, o se hai un amico/parente che ci va puoi riutilizzarla.

La Travelcard va semplicemente passata sul cerchio giallo dei tornelli in entrata e in uscita dalle metropolitane, visto che le corse sono illimitate e non hanno prezzo. Sull’autobus va solo mostrata al conducente.

Qual è meglio scegliere?

Dipende da quanto tempo stai a Londra.

Io sono rimasta solo cinque giorni, la Travelcard è disponibile solo per uno o sette e mi è sembrato più furbo buttarmi sulla Oyster. A conti fatti però ti dico che ho sbagliato. Il mio albergo e le attrazioni che ho visto sono tutti in zona 1 e 2, la Travelcard settimanale costa circa 33£ mentre con la Oyster abbiamo caricato almeno 40£ a testa. Fai un po’ tu.

Il mio consiglio dunque è: valuta bene i costi, i giorni e il numero di spostamenti con le relative zone e poi decidi. Non sottovalutare la povera Travelcard come ho fatto io!

Attenzione! Sul sito Transport for London hanno comunicato un leggero aumento dei prezzi di tutti (o quasi) i biglietti dei mezzi di trasporto a partire dal 2 gennaio 2016, quindi se hai in programma un viaggio a Londra dagli un’occhiata: nuove tariffe dei biglietti TFL (è in inglese).

Bene, è tutto! Spero che questo lunghiiiiissssimo post possa esserti d’aiuto se stai programmando un viaggio nella capitale inglese. Se vuoi sapere cosa ho combinato io, clicca qui per leggere la prima parte del mio diario di viaggio.

Lasciami un commento e dimmi un po’, sei mai stato a Londra? Se sì, quale card hai scelto e perché? Ti sei trovato bene, ti è piaciuta la città? Hai restituito la Oyster?