ChiacchiereRubricheUn mese in otto punti

Un mese in otto punti: giugno 2015

E alla fine è arrivato luglio, col suo fantastico anticiclone africano as known as 40° all’ombra pure a Roma. Daje. Aspetto i cammelli al posto dell’Atac, anzi forse sarebbe meglio perché quelli non scioperano.

Ormai ho preso l’abitudine del mese in otto punti e quindi ecco il riassunto del mese di giugno, puntuale come i santi che tiri giù quando sbatti il mignolo contro uno spigolo vivo. Ma che bella immagine, eh?

Musica del mese

La gente balla e canta le allegre canzoncine estive e io sono qui a sentirmi Mercy dei Muse, giusto perché avevo detto che l’ultimo album non mi piaceva. Sono una persona triste, lo so. Abbi pietà di me, come dice la canzone.

Film e serie del mese

Grey’s Anatomy è arrivato alla fine dell’undicesima stagione e io, non avendo Sky, ho dovuto far registrare le puntate a mia madre per poi vederle in un secondo momento. Un giorno ho scoperto che più della metà delle puntate che mi mancano si erano cancellate.

Inutile dire che mi sono incazzata come una biscia e che volevo spaccare tv e Sky.

Ora sto aspettando l’illuminazione divina per capire come posso fare a recuperare tutto.

Ho visto ben quattro film, cioè Thor: The Dark World, Marie Antoinette, Maleficent e Colpa delle stelle.

Thor: tralasciando la gnoccaggine di Chris Hemsworth (non starai mica pensando che ho visto il film per colpa sua, vero? *sorriso a 160 denti), devo dire che Thor come film non mi lascia granché, anche se Natalie Portman è una delle mie attrici preferite. Il secondo film comunque mi è piaciuto più del primo. Mitico Tom Hiddleston.

Marie Antoinette: sembrava un film scandaloso, ma ti posso assicurare che l’unica cosa scandalosa è la sua durata. Due palle cosmiche. Non guardarlo mai. Scappa.

Maleficent: molto bello, mi è piaciuta questa versione alternativa de La bella addormentata.

Colpa delle stelle: non sapevo se guardarlo, perché mi sembrava una roba da ragazzini. Invece mi è piaciuto. Anche se son partite le paranoie quando Hazel ha detto di avere il cancro alla tiroide.

Libro del mese

Sto per finire il primo volume del Trono di Spade, quello che leggevo pure il mese scorso. Mi mancano solo 300 pagine (sono tipo 800). Posso farcela!

Viaggio del mese

Sempre lui, quello nella mia testa.

Figura di cacca del mese

Stranamente non ne ho fatte durante il mese, ma ieri ne ho fatta una davvero pessima e metto quella anche se era il 2 luglio.

Ho scambiato l’adorabile Dollsnbutterflies con un’altra blogger. Lei mi segue da un bel po’ sulla pagina Facebook e mi commenta e tutto, ma io pensavo che fosse un’altra persona con lo stesso nome. Shame on me. Perdonaaaaaamiiiii!! ç_______ç

Cibo del mese 

Non mi viene in mente un cibo, bensì un succo di frutta: il succo alla pesca e mango della Santal. Ma quanto è buono?! Me l’ha fatto scoprire la mia amica barista, è fresco e dolce e da allora è diventato ufficialmente la mia droga al posto del cappuccino, che non posso più bere. Se non l’hai mai assaggiato provalo, è divino!

App del mese

Sto scaricando una vagonata di app per un post che vorrei fare più in là. Tra le app che ho scoperto e usato di più questo mese c’è instaShot, scaricato principalmente per rendere rettangolari le foto da mettere su Instagram. Ha anche dei filtri e la possibilità di inserire delle scritte.

Scoperta del mese

Ho scoperto Italiani made in China, su Real Time. E’ un programma incentrato su un gruppo di ragazzi cinesi nati e cresciuti in Italia, che per la prima volta vanno a conoscere le proprie origini e tradizioni in Cina. Non so proprio nulla della Cina e sto imparando un sacco di cose guardando questo programma. Ci sono tradizioni molto particolari e posti davvero magnifici laggiù. La mia preferita tra i sei ragazzi è Connie, è troooppo carina e sa un sacco di cose! Tu l’hai mai visto?

 

Com’è stato il tuo giugno? Che musica hai ascoltato e che libri hai letto? E i film? E le scoperte del mese? Lasciami un commento qui sotto!