EuropaRicette dal MondoRubriche

Ricette dal Mondo: i kaspressknoedel di Simone

Oggi ritorna la rubrica Ricette dal Mondo. Per info e per partecipare clicca qui 🙂

La ricetta di oggi è di Simone del blog The World Passenger e riguarda la preparazione dei kaspressknoedel, una ricetta tipica tirolese. A me servirebbe un corso solo per imparare a scrivere correttamente il nome di questa delizia, ma ora vediamo cosa ci dice Simone, che ha pure un modo di scrivere piuttosto… originale!

Ricette dal Mondo: kaspressknoedel

Ricetta dei kaspressknoedel

Oggi ti racconto come cucinare i kaspressknoedel.

Simone che? Racconti i cazche?

No… i kaspressknoedel. Ora ti spiego il perché hanno questo nome impronunciabile.

In tedesco Kaese (che in dialetto austriaco diventa Kas) significa formaggio. Pres, simile all’inglese significa proprio premere/pressione. Knoedel è la parola tedesca per canederlo (o meglio: è canederlo che è la parola italiana per knoedel, ma questa è un’altra storia…).

Dopo questa brillante ed efficace spiegazione sono sicuro avrai un’idea di quello che stiamo per cucinare: canederli al formaggio! A differenza dei canederli normali però questi non sono grossi e rotondi, ma più piccoli e pressati/schiacciati, da cui il nome.

Okay, ora cominciamo… accendi il fornello: di solito c’è una manopola da girare.

Simone non è ovvio che per cucinare bisogna accendere il fornello?

Forse hai ragione. Non ho mai scritto una ricetta sai… mi concentro sull’essenziale allora Magari è bene partire dagli ingredienti. Assicurati di avere pronte le seguenti cosette:

Ingredienti

  • 300 gr di knoedelbrot [NOTA: Il knoedelbrot altro non è che pane secco a cubetti. In Austria si trova in qualsiasi supermercato, ma in Italia purtroppo temo non sia così facile da trovare. Per ottenere lo stesso effetto ci sono due metodi:
    1. Usare del vecchio pane secco (bianco) che dovrai fare a pezzettini
    2. Usare il pane dei toast, che dovrai però prima infilare nel forno (o tostare col tostapane) e poi fare a pezzettini
  • 150 gr di formaggio 150g [NOTA: in Austria usano i bergkaese traducibile con “formaggi di montagna”. In generale usa qualcosa di stagionato, una bella fontina o una toma ad esempio, ma anche il bitto va bene.
  • Una cipolla
  • 100 ml di latte
  • 100 gr di burro
  • 4 uova
  • sale, pepe, prezzemolo e maggiorana
  • crauti (come contorno)

Preparazione dei kasspressknoedel

Taglia il formaggio in piccole fettine o a cubetti e mischialo con il knoedelbrot in una bacinella (bella grossa).

kaspressknoedel (1)

Taglia la cipolla in pezzetti molto fini e friggila nel burro. So cosa stai pensando. “Friggila nel burro” è una frase che non vorresti leggere. Il tuo cuore ha avuto un sobbalzo e il tuo fegato si sta torcendo. Ma così è. Friggi la cipolla nel burro e sorridi

Sono un tagliatore di cipolla professionale :)
Sono un tagliatore di cipolla professionale 🙂

Versa la cipolla fritta e salutare nella bacinella in cui hai il knoedelbrot col formaggio.

Aggiungi anche le uova, il latte, il prezzemolo e la maggiorana. Sale e pepe nella quantità che preferisci.

Impasta il tutto finché non sei in grado di formare delle specie di polpette (che saranno di fatto i tuoi canederli) e noti che rimangono insieme. Questa è la parte più divertente perché per impastare il tutto userai le tue belle manine e ti imbratterai come quando io da piccolo aiutavo la mamma a fare la torta, ma poi scappavo con l’impasto crudo perché era troppo buono. In questo caso NON scappare con l’impasto.

kaspressknoedel (3)

Una volta che la consistenza è okay potrai creare i tuoi buonissimi kaspressknoedel che andranno fritti in una pentola. Fai in modo che siano sommersi nell’olio fino a metà e non di più. Dopo un po’ girali dal lato opposto. Quando hanno un bel colore dorato sono pronti

Anche qui la pentola è stata imburrata mica male!
Anche qui la pentola è stata imburrata mica male!

Servire con i crauti e – consiglio personale di Simone – senape dolce!

kaspressknoedel (5)

Guten Appetit! O come dicono in Austria… Mahlzeit!

 

Maronna che fame Simo’! Non avevo mai sentito parlare dei kaspr… kaspkros… kazzpres… ok, i canederli tirolesi col formaggio. E tu? Li hai mai assaggiati o hai mai provato a farli in casa?