ChiacchiereViaggi

London (& Paris) calling

Torno sul blog dopo una settimana tonda tonda, perché il post di venerdì è saltato.

Ho avuto un po’ di cose da fare e non avevo niente da dire. Qualcosa però mi dice che tra una settimana avrò di nuovo l’ispirazione, e sai perché? Perché in questo momento sono a Londra, e questo è un post pubblicato in automatico.

Sì, hai capito bene: dopo tanto tempo sto partendo per un nuovo viaggio! Ogni tanto succede anche a me! *____*  Evviva!

Quindi sì, dovrei essere a Londra e sicuramente starò morendo di freddo, ma mi starò anche gasando come una fagiana perché Londra… cavolo, Londra è Londra. Ora staremo uscendo dall’aeroporto, staremo cercando un’anima pia che ci venda una fantastica Oyster Card e perderemo l’orientamento tra 3… 2… 1…

Starò via una settimana in tutto e, come c’è scritto nel titolo, vedremo anche Parigi. Non voglio dirti nient’altro perché in questi casi sono leggermente superstiziosa e non voglio portarmi sfiga da sola, magari qua faccio la matta e nel frattempo a Londra sto tipo sparendo dentro un tombino rimasto aperto. Però ti racconterò tutto tutto tutto, ma proprio tutto, al mio ritorno. Come al solito.

Non credo che riuscirò a leggere e commentare i nuovi articoli di chi seguo, chiedo umilmente perdono, ma prometto che cercherò di recuperare la settimana prossima.

Ho intenzione di fare tonnellate di fotografie, perché se non ti riempi di foto quando vai in due città belle come Londra e Parigi quando cacchio vuoi farle?, e cercherò per quanto possibile di farmi viva pure sui social (Instagram in particolare). Non dirò tutto quello che sto facendo in tempo reale, questo è sicuro, ma qualcosina, magari rientrando in albergo, conto di fartela vedere. Dovrei poter scroccare il wi-fi in entrambi gli hotel, se non ricordo male.

Mi è venuta anche un’idea, che spero possa incuriosirti: vorrei creare degli album virtuali con le foto del viaggio e riunirò tutte quelle che pubblicherò sui social (Facebook, Twitter e Instagram) utilizzando gli hashtag #profumodilondra e #profumodiparigi.

Londra e Parigi però sono anche due città famosissime e così ne ho pensata un’altra: e se anche tu, tu che ci sei stato, usassi gli stessi hashtag per pubblicare le tue foto sulle due città (o su una delle due), magari inserendo qualche consiglio o indirizzo utile? Potresti scriverci l’indirizzo di un locale che ti è piaciuto tanto, o di un museo particolare che non appare sulle guide, o di una statua bellissima, oppure puoi darmi qualche consiglio pratico. Per esempio non so ancora che lingua userò per parlare coi francesi, visto che l’inglese gli sta sui macarons.

Qualcosa mi dice che alla fine userò l’antico metodo salvachiappe che ogni viaggiatore deve conoscere: gesticolerò come una scimmia impazzita.

Ma quello è un gestaccio, o mi sta indicando la Tour Eiffel?

Se riusciremo a radunare un po’ di foto e consigli farò un post da aggiungere a quelli che scriverò io su Londra e Parigi, una sorta di mini guida scritta dai miei lettori, coi link degli eventuali blog e tutto. Che ne pensi? Si può fare? Eh? Eh? Eh? Dimmi di sì! *___*

E ora finisco con una minaccia: il prossimo che mi dice che nei Paesi scandinavi si paga tanto si prende un calcio sui denti, eh.

Hai una vaga idea di quanto costi vedere Londra? No? Te lo dico io, costa un botto e molto più di Helsinki. Ok, il volo costa molto meno se scegli le low cost, ma gli alberghi decenti – non intendo lusso, intendo hotel tre stelle puliti, senza colazione – scordateli sotto i 110 euro a notte, e per entrare a vedere alcuni musei e chiese devi venderti un rene al mercato nero. Per esempio ho dovuto escludere il Madame Tussauds, il museo delle cere, perché il biglietto costa 30 sterline a capoccia (41,70 euro!) e facciamo anche no. Che rosicata.

Tu sei mai stato a Londra? Come hai fatto ad evitare di accendere un mutuo? Secondo te ce la posso fare coi francesi? Fammi sapere con un commento qui sotto! 

A lunedì prossimo! ^___^