Non so mai come cavolo iniziare il Mese in 8 Punti.

Voglio dire, le mezze stagioni non ci sono più, Pasqua è passata come se fosse antani, e noi con lo scappellamento a destra dobbiamo andare tutti insieme dal Papa. O no?

riassunto di aprile

Le canzoni più ascoltate del mese

Prosegue la mia preoccupante apatia nei confronti della musica. Non trovo niente che mi colpisca a dovere – parlo di canzoni, il mignolo contro il comodino non vale – e le poche canzoni nuove che ho trovato non mi esaltano per niente.

Unica novità, e giusto nell’ultima settimana del mese: l’album Love Lust Faith + Dreams dei Thirty Seconds to Mars ascoltato dall’inizio alla fine. Purtroppo le canzoni che mi piacciono di più le conoscevo già, le altre… gnè. Però City of Angels merita, ti consiglio di ascoltarla guardando anche il video.

Film e serie TV del mese

Ho mollato un po’ Reign e sto continuando a guardare Orange is the new black, Gilmore Girls e OMMIODDDIO MEREDITH, ADESSO TI TROVO E TI DO UNA CAPOCCIATA. Ma veramente fai? Tu lo sai che ti adoro, ma quanto mizzeca te la tiri con Tu-sai-chi? E dai, su. Lo abbiamo capito che ti piace, smettila di far finta che non sia così e dacci una cazzarola di soddisfazione in questa tredicesima stagione.

E pure tu, Signor Tu-sa-chi, un po’ di orgoglio maschile ce lo mettiamo o no? Tutti sanno che le donne vanno dietro agli stronzi, se tu ti lanci ai piedi di Meredith e ci rimani è normale che quella non ti caghi. Ma che te devo spiega’ tutto io?!?

Grey’s Anatomy a parte, ho scoperto una nuova serie che mi lascia un’amarezza terribile. Parlo di Black Mirror. È una serie TV composta da episodi autoconclusivi che non hanno nessun legame uno con l’altro, neanche i personaggi. L’unica cosa che hanno in comune è l’argomento: come ci rovineremo la vita diventando dipendenti dai social network e da Internet, e dalla tecnologia in generale. Se non l’hai mai visto e se senti che il cervello ti si sta atrofizzando a furia di vivere in funzione dei like, guarda il primo episodio della terza stagione. Poi fammi sapere.

Film: Avengers – Age of Ultron, Limitless e Quasi Amici. Il primo è il sequel del primo film degli Avengers, ma non c’è Tom Hiddleston e quindi MEH. Il secondo è la storia di uno scrittore in crisi che scopre una droga che lo rende intelligentissimo, carino ma non imperdibile. Quasi Amici mi è piaciuto molto e pare sia tratto da una storia vera.

Libri del mese

Ho finito questo libro in due giorni, E LO AMO FOLLEMENTE. Parlo di I ♥ Tokyo de La Pina.

La Pina è stata in Giappone tipo 43 volte – ripeto, quarantatré volte – e lo ama talmente tanto da sfornare libri come questo. Per chi non è mai stato in Giappone, per chi ci è già stato, per chi sogna di andarci.

I ♥ Tokyo “non vuole essere una guida seria, ma per me è una guida a tutti gli effetti proprio perché ci sono scritte parecchie cose che le altre non dicono.

Se leggi questo blog sai già che preferisco cento volte leggere – e sganciare a mia volta – informazioni nel modo più easy possibile, comprese quelle piccole cose, forse stupide, che però è meglio sapere prima di affrontare un viaggio in un determinato posto. Ecco, questo libro è così. E’ pieno di roba che serve a capire meglio il Giappone e i giapponesi, ed è scritto come se a dirtele fosse un tuo amico un po’ coatto.

i love tokyo la pina libro

Per esempio non sapevo che i tassisti giappi si incazzano da morire se apri o chiudi gli sportelli della macchina da solo, o che in Giappone è buona educazione prendere o porgere gli oggetti con due mani invece che con una. Oppure che la tv di stato ha come simbolo un orsacchiotto.

E poi, per la prima volta in vita mia, ho pensato una cosa. Ho pensato che, se mai scriverò un libro su una città o un Paese che conosco molto bene – tiriamo due nomi a caso: Helsinki o la Finlandia – lo voglio scrivere esattamente così. Chiaramente dopo esserci stata quarantatré volte.

Viaggio del mese

L’unico “viaggio” che ho fatto è stato quello per andare a Milano da mio fratello, ma non ho visitato la città.

Continuo a cercare eventi e fiere interessanti qui a Roma, infatti sabato sono stata al Festival dell’Oriente e domani parteciperò al Be Nordic, un evento completamente dedicato al Nord Europa.

Questo mese io e Massimo siamo stati alla Casa delle Farfalle, una serra che ospita diverse specie di farfalle tropicali. Mi ci sono fiondata tipo due giorni dopo averlo saputo, ma mi aspettavo una cosa un po’ diversa. Le farfalle c’erano, ma la serra è piccola ed era invasa da una mandria di gente che infilava lo smartphone dappertutto e non permetteva di godersi una cippa. Ovviamente c’erano molti bambini, e spero che non abbiano ucciso nessuna farfalla con quei simpaticissimi piedini.

Sono riuscita giusto a capire che era appena nata una farfalla cobra. Trenta centimetri di farfalla. Se si fosse mossa dal ramo avrei iniziato ad urlare come una ragazzina di due anni.

Presto caricherò le foto sulla pagina Facebook di Profumo di Follia.

Figura di cacca del mese

Treno Milano – Roma, sono da sola e sto per scendere dal treno. Il mio trolley non si trova sopra la mia testa ma è finito dietro, sopra la testa di un tizio sulla trentina e di un altro sulla cinquantina seduti una fila dopo di me.

Mi alzo e fisso i due tizi, pensando che non sarebbe molto carino allungarmi sulla capoccia del cinquantenne per raggiungere il trolley, essendo io diversamente alta. Chiedo allo spilungone in fila davanti a me se può allungare i suoi due metri di braccio per aiutarmi, ma lui ha le cuffiette nelle orecchie e mi ignora. Decido di chiedere direttamente una mano al tizio seduto, e lo faccio con un sorriso molto rilassato.

sheldon cooper meme

Lui balza in piedi con un sorrisone e mi piglia il trolley. E sarebbe potuta finire così, con io che ringrazio e lui che mi dice prego e io che me ne vado circondata da fiorellini e unicorni che volano felici. Invece NO. Perché mentre lui mi piglia il trolley io balbetto un:

“Grazie eh, perché sa, quando una è nana bisogna ingegnarsi, eh eh eh…” 

Lui, invece di capire la battuta o fare almeno finta di ridere, fa una faccia a metà fra Papa Francesco perplesso e Er Cipolla che fa scusanonhocapitochehaidettoh?! e se ne esce con:

“Eh, basta allungarsi.”

Sì, esatto. Ho fatto la stessa faccia che stai facendo tu adesso.

Non ha capito la battuta? L’ha capita e intende dire che gli scoccia prendermi il trolley? Ma allora perché sorride e si è alzato? È bipolare?

Comunque niente, io gli ho mollato un sorriso a 120 denti e sono fuggita col doppio dei dubbi sul funzionamento del cervello umano. Altro che unicorni.

Riassunto del mese

Sono tornata in palestra. O meglio, mi sono iscritta di nuovo in palestra ma sono riuscita ad andarci tre volte di numero. Non tanto per mancanza di voglia, quanto perché nei giorni liberi c’ho sempre 94671 cose da fare, la mia palestra non apre prima delle 9.30 e dopo l’ora di pranzo ci vado solo nei giorni in cui trovo pilates, che sono solo due.

Sarebbe fantastico se facessimo come gli americani, che c’hanno le palestre aperte dalle cinque di mattina. Io alle sette del mattino ci andrei. Niente fighette truccate da Moira Orfei, niente adolescenti in crisi ormonale, nessuna bambina che occupa due metri di panca dello spogliatoio, il rincoglionimento mattutino che ti porta a stare zitto mentre t’ammazzi di tapis roulant. Che meraviglia…

Poi c’è stato mio nonno che ha compiuto 85 anni, e mia nonna che gli ha organizzato una festa a sorpresa. La foto di loro due che si danno un bacino davanti alla torta è impagabile.

Sono stata due volte al QC Terme di Roma, e ora sto meditando di tornarci per il compleanno di mia zia. Devi sapere che la mia zietta si spacca di lavoro dalla mattina alla sera, ha una figlia adolescente e due ventenni e, nonostante tutto, pare mia sorella. Nel senso che dimostra trentacinque anni, ma ne ha dieci di più. È molto timida, non è mai stata alle terme e quando si tratta di fare qualcosa di nuovo si impanica peggio di me. Rideremo tantissimo, questo è poco ma sicuro.

E poi ho pubblicato una riflessione sul blogging, e ho scoperto che un sacco di gente è d’accordo con me sul fatto che un blogger è chiunque abbia un blog. Non chi ci lavora, non chi ha milioni di follower, non chi viaggia ogni mese a scrocco e non. Chi ha un blog. Sono uscite molte riflessioni interessanti tra i 100 commenti, e sono davvero contenta. Lo hai letto, vero?

Scoperte del mese

Ce ne sono state diverse, ma su due piedi me ne viene in mente solo una: Depop. E’ un’applicazione che funziona un po’ come Instagram – si comunica tramite foto quadrate – ma serve a vendere e comprare oggetti usati o nuovi.

L’ho scaricato per curiosità e perché voglio vendere un paio di cose, ma ho già acquistato un paio di orecchini. Mi stuzzica parecchio. Per sapere come funziona ti consiglio di leggere il post di Francesca, mi è stato molto utile.

Commento del mese

Questo mese ce ne sono stati diversi davvero belli, ma il “vincitore” non potevo non pescarlo nel post sui blogger di cui parlavo prima. Questo è lo sfogo di Claudia di Voce del Verbo Partire.

commento aprile

Direi che non c’è nulla da aggiungere.

 

Com’è andato il tuo mese, come lo riassumeresti? Soddisfazioni? Libri? Persone e cose belle? Canzoni che ti sono rimaste in testa più a lungo? Raccontamelo nei commenti!