Chiacchiere

Travel Dreams 2017: sogno in grande per il nuovo anno!

Ti ho mai detto che adoro i numeri dispari? Sono fermamente convinta che gli anni dispari mi portino fortuna. O almeno, questo è quello che mi racconto all’inizio di ogni anno dispari, quindi il 2017 non dovrebbe fare eccezioni.

Il 2017 sarà pure l’anno dei miei trent’anni. Trent’anni so’ dispari pure loro. Direi che è l’occasione giusta per sognare in grande coi viaggi, o almeno famolo col Travel Dreams!

 

Cos’è il #TravelDreams

#TravelDreams è un’iniziativa di Manuela di Pensieri in Viaggio, Farah di Viaggi nel Cassetto e Lucia di Respirare con la pancia. Si partecipa parlando dei posti che ci auguriamo di visitare nell’anno che sta arrivando, che sognamo letteralmente di vedere.

E’ un post che mi fa compagnia dal 2014, ormai è un appuntamento fisso. Se vuoi dare un’occhiata alle puntate precedenti, ecco il #TravelDreams2014 e il #TravelDreams2015!

A me piace anche guardare cosa ho combinato l’anno prima, per vedere quali sogni ho realizzato.

Nel mio #TravelDreams2016 c’erano Budapest, Amsterdam, Lubiana, Napoli e Helsinki e di queste ho (ri)visto solo Napoli. M’è andata beniiiissimo, me dicono.

In compenso ho girato l’Italia più del previsto, e questo ce piace assai!

Travel dreams… in Italia

Le Dolomiti

Drei Zinnen-Tre Cime Di Lavaredo 1

Sì, intendo proprio le montagne, e tutto quello che ci sta intorno. Veneto o Trentino non ha importanza, quella zona mi interessa tutta quanta. Non sono mai stata nel Nord-Est italiano, escludendo l’Emilia Romagna, e per me è una zona davvero affascinante.

Sono anni che voglio vederle, anni che cerco di organizzare la famosa settimana bianca o un weekend natalizio da quelle parti, anni che puntualmente Murphy me dice AHAHAH, NO.

La Sardegna

Città Sardegna collage

Anche qui, mi interessa l’intera regione e non un posto in particolare.

Chi ci è stato mi parla del mare da favola, ma ti dico la verità: a me interessa la cucina sarda, i costumi, le tradizioni, le città e le loro particolarità.

E poi adoro il modo di parlare sardo. Ho un paio di amici sardi e ogni volta che ci parlo mi spancio dalle risate. Se li imito viene fuori una terrificante combo di sardo e romano, roba da far venire i brividi a quelli dell’Accademia della Crusca. Ajò!

Travel dreams… in Europa

Helsinki

Porto di Helsinki

Mi sa che l’ho piazzata in quasi tutti i travel dreams dal 2014 a oggi. Nel 2014 ci sono stata veramente, l’anno scorso l’ho messa perché partecipavo ad un concorso per bloggers interessati alla Finlandia che poi non ho vinto.

Quest’anno la metto perché pensavo a lei sul volo di ritorno da Varsavia. Pensavo a lei perché Varsavia non mi ha emozionato come speravo, non mi ha lasciato niente. Te ne parlerò nel dettaglio nel diario di viaggio.

Per i miei trent’anni sogno un nuovo weekend nella mia Helsinki, magari anche da sola, chi lo sa.

Ogni tanto invece mi passa per la testa di organizzare qualcosa con alcune ragazze che ho conosciuto proprio col blog. Ho ricevuto messaggi carinissimi che proponevano un viaggio insieme a Helsinki, e mi stava scoppiando il cuoooore! Ci sto ancora pensando eh, la cosa non è archiviata. Sapevatelo.

A proposito: nel mese in otto punti del 2017 sto pensando di inserire una voce a tema Finlandia al posto delle scoperte del mese. E’ da un po’ che non parlo più di cose finlandesi e mi manca molto, visto che è una cosa a cui penso praticamente tutti i giorni. Non ho ancora deciso come inserirla, quindi se hai suggerimenti lasciami un commentino!

Isole greche

Navag

Colleghi e amiche blogger che ci sono stati non hanno fatto altro che parlarmene bene, e mi sembra la combo perfetta per unire le vacanze rilassanti al mare col viaggio all’estero. Tipo quando arrivi a luglio che non ce la fai più e vuoi solo spiaggiarti da qualche parte senza pensare a niente.

In Grecia non ci sono mai stata, nemmeno ad Atene. Le Isole Ionie, Santorini e in generale le Cicladi avrebbero la precedenza sulle altre.

E poi ho assaggiato la cucina greca qualche mese fa e m’è piaciuta da mori’.

Isole Canarie

Plaza de España(Santa Cruz de Tenerife)

Anche questo è colpa di Varsavia, perché sto iniziando a stufarmi del freddo, salvo poche eccezioni. Ed è pure colpa di mio zio, che ogni Natale parte per le Canarie e mi manda le sue foto in costume da bagno quando qua ci sono a puzza 5°C.

Ora che ho sperimentato un Capodanno al freddo, ho proprio voglia di provare un Capodanno al caldo, e le Canarie non sono nemmeno tanto lontane e costose rispetto alle classiche mete “calde”.

Travel dreams… nel mondo

Giappone

Itsukushima torii angle

Mi sa che è la prima volta che metto destinazioni fuori dall’Europa in un travel dreams. Cerco sempre di rimanere coi piedi ben piantati per terra quando lo scrivo, e difficilmente vedo un viaggione serio all’orizzonte con le ferie che io e Massimo ci ritroviamo,

MA

per festeggiare i miei trent’anni voglio fare un viaggio fuori dall’Europa.

Deve essere una cosa grossa, una cosa da ricordare, e ho puntato l’Asia. Il Paese che voglio visitare più di tutti in Asia è il Giappone, anche se mi ispira tanto pure la Cina. Lo ripeto più o meno da sei mesi a questa parte. Cioè da quando ho compiuto 29 anni e ho iniziato a farmela sotto.

Purtroppo, conoscendo il capo di Massimo e i miei turni, probabilmente non riusciremo a fare più di una settimana, ma ho deciso che in ogni caso ci andremo. E’ il Paese giusto per sfondare i miei confini, me lo sento, ed è il viaggio sul quale punto veramente per il 2017.

I viaggiatori a cui ho chiesto consigli riguardo il Paese del Sol Levante mi hanno dato della pazza. Una settimana è troppo poco, mi ripetono a nastro.

Lo so che è troppo poco, gioie, fosse per me ci starei di più, ma dubito che da qui ai prossimi cinque/sei anni avrò la possibilità di passare un mese da qualche parte. Io ho un lavoro, Massimo ne ha un altro, e purtroppo nessuno dei rispettivi capi muore dalla voglia di mollarci trenta giorni di ferie. Già una settimana sembra tanto!

Meglio vedere poco Giappone che non vederlo affatto, no? O almeno io la penso così.

Anche se, devo ammetterlo, mi stuzzica anche l’idea di visitare un Paese meno famoso del Giappone, ma che possa davvero insegnarmi qualcosa, emozionarmi davvero. Stavo pensando alla Thailandia, ma il Giappone mi sembra più variegato. E per la Cina serve sicuramente più tempo, oltre al fatto che serve un visto piuttosto costoso.

Hai suggerimenti? Sono poco informata sull’Asia.

 

E tu? Quali viaggi vorresti fare nel 2017 e perché? Pensi che potrei farcela col Giappone? Avresti qualche altro Paese da suggerirmi per una sola settimana?